I. Priorità

A. Gli aspetti scientifici della creazione sono importanti, ma al secondo posto in importanza nel confronto alla proclamazione del Vangelo di Gesù Cristo come Sovrano, Creatore, Redentore, e Giudice.

B. Non si può divorziare le dottrine del Creatore e della creazione dal Vangelo di Gesù Cristo.

II. Cose fondamentali

A. La Bibbia è la parola di Dio scritto. È divinamente ispirata e senza errori. È l’autorità suprema in ogni questione della fede e del comportamento. Le sue asserzioni sono veri e fattuali in tutte le autografe originali.

B. La guida all’interpretazione delle Sacre Scritture sono le Sacre Scritture stesse.

C. Il racconto delle origini presentato nella Genesi è una presentazione semplice eppure fattuale di eventi reali e quindi ci provvede un quadro fedele per ricerca scientifica riguardo le questioni dell’origine e la storia della vita, dell’uomo, della terra, e dell’universo.

D. Le forme originali (‘tipi’) degli esseri viventi, l’uomo incluso, furono fatte direttamente per azioni creativi di Dio. Le discendenti viventi di qualsiasi ‘tipo’ originale (d’aparte dell’uomo) possano rappresentare più di una specie altrui, riflettendo la potenziale genetica dentro il ‘tipo’ originale. Solamente cambiamenti biologici limitati (incluso deteriorazione dalle mutazioni) sono successi naturalmente dentro ogni ‘tipo’ dalla creazione in poi.

E. Il grande diluvio di Genesi fu un’evento storico vero, globale in effetti e distanza.

F. La creazione speciale di Adamo (un uomo solo) ed Eva (una donna sola), e la loro seguente caduto nel peccato, è la ragione per cui l’uomo ha bisogno di salvezza.

G. La morte, sia fisica che spirituale, è entrata in questo mondo dopo il–e di conseguenza del–peccato dell’uomo.

III. Teologia

A. Tutti gli uomini sono peccatori, per eredità da Adamo, ma anche individualmente per libera scelto, e sono dunque, così, sotta l’ira e condanna di Dio, e non possono avere la vera sapienza senza la rivelazione di Dio.

B. Dio esiste in tre persone : Padre, Figlio, e Spirito Santo. (Trinità)

C. La libertà dalla pena e dalla potenza del peccato è accessibile all’uomo solamente tramite la morte sacrificale, lo spargimento del sangue, e la completa resurrezione fisica dalla morte di Gesù Cristo.

D. Lo Spirito Santo fa sì che il peccatore possa pentire e credere in Gesù.

E. Lo Spirito Santo vive e opera in ogni credente per produrre i frutti della bontà.

F. La salvezza è un dono che si riceve solo per fede in Cristo, ed è espresso nel ravvedimento dell’individuale, nella conoscenza che Cristo è morto per pagare interamente per il nostro peccato, nell’accettare che il Cristo è risorto, è il Salvatore, il Signore, e nostro unico Dio.

G. Gesù Cristo fu concepito dallo Spirito Santo e nato dalla vergine Maria.

H. Gesù Cristo è risorto dalla morte, è salito nel cielo, sta seduto alla mano destra di Dio il Padre, e ritornera’ in persona su questa terra come Giudice delle viventi e dei morti.

I. Satana è l'avversario personale e spirituale sia di Dio che l’uomo.

J. Chi rifiuta di credere nel Cristo dovrá subire punizione cosciente per sempre, ma chiunque crede in Gesù Cristo come Salvatore godrà la vita eterna con Dio.

IV. In Generale

Il Consiglio d’amministrazione di Answers in Genesis mantiene che le seguenti sono in armonia con le Sacre Scritture oppure che sono almeno impliciti nelle Scritture :

A. Le Sacre Scritture insegnano l’origine recente nella storia sia per l’uomo che per la creazione intera.

B. I giorni di creazione della Genesi non corrispondono alle età geologiche, essendo invece 6 giorni consecutivi di 24 ore ciascuno.

C. Il diluvio universale di Noe` fu un evento geologico significativo, e tanti (benchè non tutti) i sedimenti fossiliferi ebberi origine a quel tempo.

D. La teoria che esista un’intervallo di milioni di anni fra Genesi 1 ,1 e 1 ,2 (chiamata la teoria ‘gap’) non ha una base nelle Scritture.

E. Rifiutiamo il punto di vista (usato comunamente per evitare gli implicazioni oppure l’autorità degli insegnamenti Biblici) che la sapienza e/o la verità possono essere separati in ‘secolare’ oppure ‘religiosa’.

F. Per definizione, nessuna evidenza apparente, percepita, o affermata in qualsiasi disciplina, storia e cronologia comprese, può essere valida se contraddice il ricordo Scritturale. È importantissimo ricordare che ‘evidenza’ è sempre soggettata ad interpretazione per mezzo di gente fallibile che non possiedono ogni informazione possibile